IMG_0124

UN GRANDE NAPOLI TRAVOLGE LA FIORENTINA AL SAN PAOLO

Servono tre punti al Napoli con la Fiorentina. Gli azzurri sono carichi, si presentano in campo con tutti i loro bambini, una bella scena familiare. Non c’è Allan che soffre di un fastidio muscolare. Al suo posto gioca Zielinski. I ragazzi di Sarri vanno all’attacco.
Al 5′ su calcio d’angolo buona occasione per Mertens.
Passano 3 minuti e il Napoli passa. Un’azione su calcio d’angolo vede protagonista Kalidou Koulibaly che mette in rete e dà un bacio alla maglia. dopo il rinnovo di Insigne e di Mertens, i segnali positivi che arrivano per Ghoulam, sembra proprio un anticipo del fatto che anche lui resterà a Napoli. I giocatori del Napoli vogliono rimanere tutti qui per provare a vincere, a coronare il sogno tricolore. Il gioco degli azzurri è bello e divertente, il pubblico delle grandi occasioni per l’ultima al San Paolo li incita cantando “Un giorno all’improvviso”.
Ancora un angolo per il Napoli, prova stavolta Insigne.
Poi è Mertens a liberarsi e a correre in area ma Tatarusanu gli impedisce il gol. Al 22′ prova a fare un tiro Bernardeschi ma si perde sul fondo.
Al 25 altro tiro spettacolare di Dries Mertens che prende il palo, il 7. legno in campionato per il belga “napoletanizzato”. Al 32 è Insigne a riprovarci ma mette fuori.
Passano quattro minuti e il Napoli raddoppia con Lorenzo Insigne, 2 a 0 per gli azzurri.
Nella ripresa viene ammonito Koulibaly, in precedenza il giallo era toccato ad Albion, l’arbitro della partita è Rizzoli.
La Fiorentina accorcia le distanze con Ilicic. Ma non è finita: Dries Mertens va di nuovo in gol. Doppietta per Ciro, poi Hamsik ci prova di nuovo ma para Tatarusanu. il Napoli é fortissimo ma la Fiorentina é squadra vera, non si chiude , non fa come squadre che per arrivare primi non disdegnano di fare il catenaccio. I viola ci provano ancora con Bernardeschi ma c’è Pepe Reina ad opporsi.
Cambio di fronte con Callejon che tenta ancora di andare in gol. Escono in tanto Zielinski e Jorginho per Rog e Diawara. Al 77′ esce Mertens fra gli applausi, con il San Paolo in piedi: standing ovation per lui, beniamino dei tifosi azzurri. Al suo entra Pavoletti. La Fiorentina prova ancora ad accorciare le distanze ma i viola trovano un grande Reina fra i pali.
Sul 4-1 il Napoli continua ad attaccare e per due volte grazia i viola.